Storia

L’Associazione Pasquale Anfossi è nata nel 1995 con lo scopo di organizzare concerti e conferenze, ricordando il musicista ligure Pasquale Anfossi. Aperta ai gusti musicali e culturali e ai generi più diversi, dalla musica antica a quella contemporanea, popolare e sperimentale, incrociando altre arti e discipline, vuole favorire presso tutti l’apprezzamento e il godimento della musica.
Anche a tale scopo i concerti e gli altri appuntamenti sono gratuiti.
È stata fondata da Sergio Bonfanti che ne fu direttore artistico e presidente per 14 anni.
Dopo la sua scomparsa, nel 2010 è diventata presidente e direttore artistico Carmen Vilalta.
All’Associazione hanno aderito molte importanti figure artistiche ed intellettuali tra le quali i Maestri Gianandrea Gavazzeni e Carlo Maria Giulini. Piero Santi, Bruno Bettinelli, Guido Turchi, Renzo Mantero, Gillo Dorfles, Giuseppe Taddei, Ugo Benelli, Gloria Scalchi.
Alcuni nomi fra i tanti relatori: Germano Beringheli, Alberto Cantù, Duilio Courir, Claudio G. Fava, Angelo Foletto, Giovanni Gavazzeni, Roberto Iovino, Francesco Leprino, Michele Mannucci, Renzo Mantero, Edward Neill, Stefano Verdino, Edwin Rosasco, Luigi Verdi.

I concerti privilegiano l’esecuzione di musiche di raro ascolto e nel corso degli anni hanno visto avvicendarsi interpreti di grande valore con la proposta di diversi generi musicali: oltre alla musica da camera, il blues, il jazz, il trallalero e innovative forme di spettacolo multimediale. Tra le tantissime iniziative si ricordano l’omaggio al sassofonista Charlie Mariano con un video art-work di Pierandrea Casati e Dado Moroni al pianoforte, l’opera completa per pianoforte a quattro mani di Erik Satie, accompagnata dalla proiezione del film muto “Entr’acte” di René Clair, una rassegna dedicata a Musica e Cervello, diversi incontri con Gillo Dorfles e Claudio Naranjo, un omaggio ad Antonino Votto nel 25° anno della morte e una rassegna monografica dedicata alla figura di Pau Casals. Accanto ai nomi di artisti affermati e di fama internazionale viene promossa la partecipazione di giovani di talento e vincitori di concorsi internazionali. Le proposte sono originali, senza confini e spesso inconsuete, con la presenza anche di prime esecuzioni.

All’attività concertistica si aggiungono conferenze, presentazioni di libri e proiezioni di documentari.

L’Antico e il Nuovo è il titolo e al tempo stesso il filo conduttore della manifestazione organizzata ogni anno dall’Associazione, ripartita in due Rassegne: Autunno e Primavera. Le iniziative si svolgono presso i luoghi dell’arte e della cultura genovese, musei e biblioteche, promuovendone la conoscenza e la valorizzazione.