data

16/03/24

orario

17:00

luogo

Galleria Nazionale di Palazzo Spinola
Piazza di Pellicceria 1, 16123 Genova
Die Schöne Magelone

Die Schöne Magelone

La storia dell’amore tra il Conte Peter di Provenza e la bella Magelone è raccontato già in una antica edizione a stampa del 1400. Questo amore, come nei racconti che più ci appassionano, è provato dagli imprevisti, dalle avventure fantastiche che sembrano sconfinare nei racconti de Le Mille e una notte, ma alla fine viene ritrovato e sublimato in un’unione sacra e perenne.

Il racconto viene ripreso circa 400 anni dopo da Ludwig Tieck il quale, in pieno Romanticismo, inserisce anche alcune poesie che sottolineano gli stati d’animo dei protagonisti nei vari passaggi della storia. Johannes Brahms ne viene folgorato e comporrà le sue meravigliose 15 Romanze op.33 del suo unico ciclo liederistico denominato appunto Die Schöne Magelone che per la narrazione e suggestioni viene considerata la sua “Opera mancata”.
Il concerto diventa spettacolo con scene, luci e immagini che ci conducono sulle ali della fantasia a ripercorrere l’eterna e sempre attuale storia dell’amore tra i due amanti che per ritrovarsi si dovranno perdere, accettando le prove a cui la vita li provocherà.
La regia di Sonia Grandis e l’alternarsi del soprano Sabina Macculi con il baritono Diego Maffezzoni, accompagnati al pianoforte da Anna Maria Paganini, ci faranno immergere nel mondo senza tempo di Tieck-Brahms.

programma

J.Brahms – 15 Romanzen Die Schöne Magelone op.33
[su testi di L.Tiek]

artisti

Sabina Macculi - Soprano
si è diplomata in Canto Lirico presso il Conservatorio “A.Casella” dell’Aquila e laureata in Musica Vocale da Camera presso il Conservatorio G.Verdi di Milano con il massimo dei voti e la lode e menzione di merito. Si è perfezionata in musica antica, sacra e profana all’Accademia Chigiana di Siena col M° R.Clemencic e, in seguito, con J.Savall per il repertorio antico francese, in musica da camera tedesca col M° H.Deutsch e K.P.Kammerlander e in musica da camera francese con D.Baldwin. Insignita del premio “ B.Gigli“ è vincitrice di diversi concorsi tra cui quello Internazionale del “Teatro Lirico Sperimentale“ di Spoleto debuttando come Amina nella Sonnambula di V.Bellini. Filarmonico della Scala, Auditorium Verdi di Milano, Dal Verme di Milano, Piccolo Teatro Studio di Milano, Regio di Torino, Accademia S.Cecilia, Opera di Roma, Sala Nervi Roma, Bellini di Catania, Comunale de L’Aquila, Comunale di Salerno, Comunale di Firenze, Comunale di Bologna, Sferisterio di Macerata, Il Verdi di Trieste, Petruzzelli di Bari , Festival di Bellagio, Festival Nuova Consonanza; Festival di Villa Massimo Roma. Mittelfest di Udine, Festival SpazioMusica, Festival Traiettorie Sonore , la IUC di Roma, La Società del Quartetto Milano, Lima, Quito, Tbilisi, Kyoto, Abu Dhabi, Friburgo, Parigi, Monaco di Baviera, Sofia, sono alcuni dei palcoscenici che l’hanno applaudita come protagonista. S.Argiris, B.Bartoletti, B.RigacciI, B.Casoni, P.Maag, E.Zu Guttenberg, U.Theimer, J.Kovazs V.Ghiaurov, O.Rudner, L.Biagioni, D.Renzetti, T.Severini, B.Aprea, M.De Bernart, A.Veronesi, G.Taverna, A.Calcagnile, G.Pressgurger, D.Krief, N.Joel, G.Cobelli, F.Crivelli, M.Scaglione, A.Piccardi, B.DeTomasi, I.Stefanutti, U.Gregoretti, F.Tiezzi sono alcuni tra i direttori e i registi con cui ha collaborato. Ha inciso e registrato per Decca, Denon, Rai-Eri, Stradivarius, Rca, Arts, Melograno, Splasc(h) records, Zyz records (Usa), Radio Vaticana, Rai 3, Rai Radio1, Rai Radio3, Bayerische Rundfunk, Ircam di Parigi. Già docente di Dizione per Canto in Lingua Tedesca al Conservatorio G.Verdi, G.Cantelli , A.Casella.

Diego Maffezzoni - Baritono
nasce a Milano da una famiglia di musicisti. Affianca sin dall’adolescenza l’esperienza teatrale a quella musicale partendo dal violino per arrivare alla viola, in concomitanza con gli studi verso il canto da camera e lirico. Nel 2013 si diploma presso la scuola internazionale del Teatro Arsenale di Milano. Conclude il suo percorso accademico di viola al Conservatorio “G.Verdi” di Torino con M.Righini, laureandosi a pieni voti nel 2019. Frequenta nel biennio 2018-20 l’Accademia di Pinerolo perfezionandosi con S.Briatore. Parallelamente al percorso strumentale frequenta nel triennio 2019-2022 il corso di Musica vocale da camera con E.Battaglia diplomandosi nel maggio del 2022 con il massimo dei voti e lode, perfezionandosi con lo stesso nell’Accademia di Fiesole nel 2023. Canta attivamente con orchestre, cori e formazioni cameristiche per rassegne e stagioni musicali prestigiose, debuttando al Festival della Valle d’Itria di Martina Franca nel 2022.
 Frequenta da allievo effettivo nell’anno 2023 la prestigiosa Accademia del belcanto “Rodolfo Celletti” di Martina Franca.

Anna Maria Paganini - Pianoforte
ha studiato pianoforte con A.Beltrami e con B.Canino diplomandosi al Conservatorio G.Verdi di Milano. Si è perfezionata con C.Carini. Ha studiato composizione con N.Castiglioni. La sua attività artistica si è svolta come solista, in vari Ensemble, nella musica da camera e nell'accompagnamento di cantanti tra cui C. Berberian. Ha suonato in concerti vocali in forma di spettacolo teatrale. Dal 1982 è stata Maestro Accompagnatore al Conservatorio di Como, Parma e dal 1989 presso il Conservatorio di Milano. È stata docente di Accompagnamento pianistico sia nei nuovi corsi di Maestro Collaboratore che in quelli di Pianoforte, Canto e Musica vocale da camera. Per il Conservatorio di Milano ha curato alcune rassegne pubbliche di studenti come direttore artistico. Ha suonato con E.Piemonti nel DVD “Musiche e immagini dagli anni dieci” per la collana “Musica nel Novecento Italiano” diretta da G.Salvetti, per la Società Italiana di Musicologia. Nel 2018 ha tenuto in Cina concerti e Masterclass.

Sonia Grandis - Regia
dopo il liceo classico, frequenta l’Università Cattolica di Milano dove si laurea in Storia del Teatro con una tesi sullo spettacolo barocco a Milano durante la dominazione spagnola segnalata al premio Ludovico Zorzi della fondazione Olivetti nel 1987. Parallelamente si diploma in recitazione con E.Calindri all’Accademia dei Filodrammatici con medaglia d’oro e premio. Svolge attività come attrice in teatro, televisione e radio, e, nell’ambito del settore musicale, con gruppi di contemporanea in varie performance e melologhi molti in prima esecuzione (recentemente con R.Spinosa su testo di M.Pelliccione sulla violenza alle donne). Collabora con la scrittrice e giornalista V.Palumbo con cui ha partecipato a vari readings su temi storici e del femminile. Docente di “Teoria e Tecnica dell’interpretazione scenica” presso il Conservatorio Verdi di Milano, è stata referente del laboratorio di teatro musicale Cantarinscena, specializzato nella ricerca e riscoperta del repertorio italiano meno frequentato dal XVIII al XX secolo; tra le ultime produzioni la regia di B.Budd di G.F.Ghedini su libretto del premio Nobel S.Quasimodo e Suor Angelica di G.Puccini, Satyricon di B.Maderna, Nella Torre di G.Taglietti con la scenografa L.Bagnoli. Recentemente ha interpretato il ruolo della regina Cristina di Svezia nel docufilm La Corda Spezzata dedicato al compositore A.Stradella, regia F.Leprino con cui collabora da anni. Ha ideato con A.Giannelli, segretario scientifico della SIPP, il Festival Mitomania, conversazioni e contributi artistici nelle città di Ragusa, Catania, Lentini e Siracusa, sui miti fondativi della città per cui è organizzatrice e ideatrice degli eventi spettacolari (ultima edizione nel 2022 dedicata a Eracle). Collabora da anni all’organizzazione del festival SI Scrittrici Insieme, presidente la scrittrice H.Janeczek, al Castello Visconteo di Somma Lombardo. È relatrice di tesi di ricerca teatrale per il master di II livello in Artistic Research in Music-AReMus del Conservatorio Santa Cecilia di Roma e per il Master in Vocologia Artistica del Conservatorio Verdi di Milano.