data

09/03/24

orario

17:00

luogo

Palazzo Reale Salone da Ballo
Via Balbi 10, 16126 Genova
Invitation au voyage

Invitation au voyage

A motivo della Giornata della Donna

L’Invito al viaggio è tratto da “Spleen et idéal”, prima parte della raccolta Les Fleurs du mal di Charles Baudelaire, poesia ispirata a Marie Daubrun. Non è un viaggio ma la promessa di un viaggio che realizzerà i sogni. Trascorrono gli anni ma non si spegne il fuoco di quei versi. La fiamma di Baudelaire illumina la vita moderna, il suo sentire malinconico e contraddittorio è speculare al nostro. Da allora, non c’è generazione che non sia sprofondata in quel turbamento inquieto… Lusso, calma e voluttà, dipinto da Matisse e ispirato dalle sublimi note di Henri Duparc. Duparc compose “L’invitation au voyage” nel 1870: aveva 22 anni quando riprese i versi di Charles Baudelaire. Era all’inizio di una vita creativa di immensa bellezza che finì molto prematuramente nel 1884 per la sua grave malattia con un’ultima melodia ancora su poesia di Baudelaire: “La vie antérieure”. Anche Debussy rimase folgorato dalle poesie di Baudelaire e compose fra il 1887-89 un ciclo di cinque melodie per canto e pianoforte. I Trois poème sono una meravigliosa sequenza di tre canzoni d’arte di Ravel su versi del grande poeta Stéphane Mallarmé, per soprano e pianoforte o Ensemble. Furono interpretati dalla grande cantante Rose Féart al concerto inaugurale della société musicale indépendante della stagione 1913-1914 nella Salle Érard di Parigi.

programma

H.Duparc – Les fleurs du mal di Charles Baudelaire (voce e pianoforte)
L’invitation au voyage
La vie antérieure

C.Debussy – Deux Poèmes de Baudelaire
Le Balcon
La mort des amants
Allegro con moto, Andante

C.Debussy – Images Livre (pianoforte)
Reflets dans l'eau
Hommage à Rameau
Mouvement

M.Ravel – Pavane pour une infante défunte (pianoforte)


M.Ravel – Trois poèmes de Mallarmé (voce e pianoforte)
Soupir
Placet futile
Surgi de la croupe et du bond

artisti

Valentina Messa - Pianoforte
si diploma nel '99 al Conservatorio di Venezia con il massimo dei voti, lode e menzione speciale. Nel 2007 ha poi conseguito il Diploma accademico di II livello presso il Conservatorio di Genova con 110, lode e menzione speciale. Si è perfezionata con P.Rattalino nei corsi Triennali della Scuola di Perfezionamento di Portogruaro e successivamente con L.B.Arcuri, P.Masi ed E.Pace; ha seguito masterclass con B.Petrushanski, S.Pedroni, A.Specchi, K.Helvigg, J.Achucarro, M.Damerini, B.Canino. Vincitrice di varie borse di studio e premiata in numerosi concorsi nazionali e internazionali, tra i quali il Premio Venezia, il Concorso Gante di Pordenone, il Concorso “Società Umanitaria” di Milano, tiene concerti dall'età di tredici anni in sale e per società concertistiche quali Concerti della Normale a Pisa, Società Umanitaria di Milano, Teather Trier, Teatro Carlo Felice e Auditorium Casa Paganini di Genova, Sala della Radio Vaticana a Roma, Teatro Alfieri e Teatro Vittoria per Unione Musicale a Torino, Accademia Chigiana di Siena, GOG Genova, Teatro Grande di Brescia, Festival di Cervo, Schleswig Holstein Music Festival, Caplan Centre for the Performing Arts di Philadelphia, Logan Centre for the Performing Arts di Chicago, Sanders Teathre della Harvard University a Boston e ha suonato come solista con l'Orchestra di Padova e del Veneto, la Filarmonica di Udine, l'Orchestra Classica Belvedere e la Philarmonische Orchester der Stadt Trier. Svolge intensa attività cameristica, sia con strumentisti sia con cantanti, in varie formazioni ed è membro stabile di Eutopia Ensemble, gruppo dedito alla musica d’oggi; ha suonato con artisti quali L.Borrani, J.I.Murakami, M.Damerini, R.Agosti, E.Abeshi, A.Rebaudengo, M.Ben Omar, R.Crocilla, A.Berovsky, A.Pinzaru, Dami Kim, K.Nagaoka, M.Milstein, In Mo Young, A.Menzel, K.Zhu, G.Beatini e con l'Ensemble Nuove Musiche, Mdi Ensemble e collabora frequentemente con Sentieri Selvaggi, ensemble diretto da Carlo Boccadoro. Il suo ultimo disco “Schumann - La traccia della parola”, edito da Da Vinci Publishing, è un originale progetto incentrato sull’accostamento di 16 lieder di Schumann trascritti per piano solo da Clara Wieck dagli originali per voce e pianoforte, interpretati insieme alla cantante Giulia Beatini ed eseguiti su un pianoforte viennese Streicher del 1860. Da sempre Valentina Messa si è dedicata con passione all’accompagnamento pianistico, in particolare degli strumentisti ad arco: è stata collaboratrice in numerosissime masterclass e corsi annuali di eminenti artisti quali Dora Scwarzberg, Friedemann Eichhorn, Lukas Hagen, Eugene Surbu, Ivan Rabaglia, Sonig Tchakerian, Bin Huang, Kleidi Satchi, Adrian Pinzaru, Umberto Clerici, Giovanni Gnocchi, Giovanni Sollima. Dal 2015 è pianista ufficiale del Premio Paganini di Genova e ha svolto il medesimo ruolo nel Concorso Violinistico Internazionale A.Postacchini di Fermo e nel Concorso Violoncellistico Internazionale Mazzacurati di Torino; in qualità di pianista collaboratrice ha lavorato con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e presso l'Accademia di Musica di Pinerolo. Attualmente è docente di pianoforte principale presso il Conservatorio Ghedini di Cuneo.

Valentina Coladonato - Soprano
laureata in Lingue e Letterature Straniere e diplomata in Canto col massimo dei voti e lode, si forma e perfeziona con D.Martorella, C.Desderi, E.Wiens, P.Venturi, R.Scotto, R.Resnik. Vincitrice di concorsi internazionali e premi di critica, pubblico e giuria (Toti dal Monte, V. Bucchi, Maria Caniglia, G.Di Stefano, Città di Alcamo), svolge attività di repertorio sacro e profano dal periodo barocco a quello contemporaneo, cantando ruoli principali in opera e concerti. È solista con gruppi quali La Venexiana, Accademia Bizantina, Stagione Armonica, Accademia barocca Hermans, Sentieri Selvaggi, Algoritmo, Musikfabrik, Quartetto Prometeo, Ex Novo, OFT. Da anni è nel Duo Recercare con l’organista Walter D’arcangelo, e con la pianista Annamaria Garibaldi ha ideato lo spettacolo Suite Sconcertante – Danza inCanto d’artiste, che riscuote consensi ovunque. Nel repertorio contemporaneo canta regolarmente prime assolute di nomi illustri nel panorama internazionale come Berio, Corghi, Sciarrino, Fedele, e compositori emergenti. Si è esibita presso Teatro alla Scala di Milano, Opéra National de Paris, Salzburger Festspiele, Musikverein di Vienna, Concertgebow di Amsterdam, De Singel di Antwerpen, Festival delle Fiandre, Filarmonica di S. Pietroburgo, Southbank Centre di Londra, Frick Collection di New York, Cité de la Musique di Parigi, Radio France, Philharmonie Köln, Radio WDR, George Enescu Festival, Teatro Manzoni di Bologna, Dal Verme di Milano, Ponchielli di Cremona, Fondazione Spinola-Banna per l'Arte, Ravenna Festival, Festival Pergolesi Spontini, MiTo, RAI di Torino, Radio3 RAI, Sala Sinopoli a Roma, La Biennale di Venezia, Quirinale, Teatro Massimo di Palermo e altri enti europei, americani e asiatici. È stata diretta dai registi Daniele Abbado, Maurizio Scaparro, Colin Graham, Cesare Lievi, Francesco Micheli, Michał Znaniecki, Pierpaolo Pacini, Alessio Pizzech, Rafael Villalobos e dai direttori Riccardo Muti, Daniel Harding, Roberto Abbado, David Robertson, Peter Eötvos, Lior Shambadal, John Axelrod, Michel Tabachnik, Marcello Panni, Claudio Scimone, Claudio Desderi, Massimiliano Caldi, Tito Ceccherini, Filippo M. Bressan, Giampaolo Pretto, Ottavio Dantone. Incide per Decca, Glossa, Brilliant Classics (in evidenza gli Shakespeare Sonnets and Duets di M. Castelnuovo Tedesco, 2017; Poulenc et ses poètes di F.Poulenc, 2019). Per Orchard ha pubblicato l’EP Riflessi/Reflets (2021). Radio3 RAI trasmette le sue interpretazioni. È la voce di riferimento di ensembles quali Syntax e FontanaMix, ed è docente di Musica vocale da camera presso il Conservatorio di Fermo.