data

04/06/22

orario

20:30

luogo

Palazzo Tursi, Salone di rappresentanza, Via Garibaldi 9 16124 Genova
Magia sonora per Flauto e Arpa

Magia sonora per Flauto e Arpa

Flauto e arpa: un abbinamento timbrico molto particolare, amato fin dall’antichità.

Il concerto si apre con cinque brani di Claude Debussy, originariamente destinati al  pianoforte, poi trascritti per Flauto ed Arpa: trascrizione estremamente efficace per l’espressività, la timbrica ed i colori tipici della scrittura del duo.

Il Tango Etude di Astor Piazzolla fa parte dei 6 “Tango Studi” composti nel 1987 per Flauto Traverso ma eseguibili anche con il Violino, successivamente trascritti per Sassofono contralto.

Il “Tema e Variazioni in stile antico” per Arpa di Carlos Salzedo vuole evidenziare timbri, colori e dinamiche dello strumento stesso e richiede una poderosa tecnica strumentale dell’esecutore.

Deborah Henson-Conant compose il Baroque Flamenco ispirandosi al primo brano da lei stessa eseguito, da bambina, all’arpa: un minuetto di Jean Jacques Rousseau. Il brano mette in risalto lo strumento travalicando i confini dell’utilizzo prettamente classico della cordiera, della tavola armonica e delle mani stesse dell’esecutrice che “ballano” sull’arpa passando da un eccesso all’altro per poi tornare alla compostezza del Minuetto barocco.

Ultima composizione in programma è la “Sonata” per Flauto e Arpa di Nino Rota, dedicata all’arpista Clelia Gatti Aldovrandi, esimia solista nonché musicologa. La scrittura dei tre movimenti si caratterizza per l’ironica semplicità neoclassica dei temi, cui si contrappone la sonorità quasi orchestrale dell’accompagnamento.

programma

C. Debussy - Reverie per Flauto e Arpa
C. Debussy - Arabesque per Flauto e Arpa
C. Debussy - Bruyères per Flauto e Arpa
C. Debussy - Prèlude per Flauto e Arpa
C. Debussy - Menuet per Flauto e Arpa
A. Piazzolla - Tango Etude n.3 per Flauto solo (1987)
C. Salzedo - Variazioni su un tema in stile antico per Arpa sola (1911)
D. Hanson-Conant - Baroc flamenco per Arpa sola
N. Rota - Sonata per Flauto e Arpa (1937)
(Allegro molto moderato - Andante sostenuto - Allegro festoso)

artisti

Fabio De Rosa, - flauto
Fabio De Rosa, nato nel 1993, si diploma in flauto traverso presso il Conservatorio “A. Vivaldi” di Novara, con Mara Luzzatto. Dal 1989 al 1994 si perfeziona a Basilea con uno dei massimi flautisti del Novecento, Aurèle Nicolet. Nel 1997 viene ammesso alla Hochschule für Musik di Zurigo, nella classe di Philippe Racine. Nel 2002 partecipa ad una tournée in Giappone con la soprano Miwako Matsumoto; in quest’occasione suona alla Kioi Hall di Tokyo ed incide un CD per JVC. Dal 2013 suona in Duo con il pianista Emanuele Delucchi con il quale nel Marzo 2016 ha pubblicato un CD di trascrizioni delle Sonate op.30 per violino e pianoforte di Beethoven per la casa discografica Dynamic. Dal 2017 è primo flauto dell’orchestra Sibelius di Rapallo. Collabora regolarmente con l’arpista del Teatro Carlo Felice Laura Papeschi e l’organista Fabio Macera. Suona un flauto Louis Lot, Paris, del 1881.

Laura Papeschi - arpa
Laura Papeschi, nata a Firenze, ha studiato Arpa con la Prof.ssa Elisabetta Rossi presso il Conservatorio L.Cherubini di Firenze dove si è diplomata col massimo dei voti nel ‘91. Nel 1996 ha conseguito il diploma del corso di perfezionamento di Arpa presso l’Accademia Nazionale di S. Cecilia in Roma. Ha seguito corsi di perfezionamento in Italia e all’Estero con i Maestri J. Liber, S. Mildonian, F. Pierre, D. Watkins, E. Degli Esposti. Per la stagione 1999/2000 ha ricoperto il ruolo di Solo Harfenistin presso i Dusserdorfer Synphoniker Deutsch Oper am Reihn (Duesseldorf-Germania). Attualmente è 1° Arpa presso l’Orchestra della Fondazione Teatro "C. Felice" di Genova, ruolo che ricopre dal 2001. Ha collaborato e collabora come 1° arpa con la Fondazione Arena di Verona, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, Il “Teatro Bellini” di Catania, l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “A. Toscanini” , l’Orchestra del “Teatro alla Scala” di Milano, l’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano e il Teatro Comunale di Bologna. Ha insegnato Arpa presso i Conservatori Statali di Musica di Messina , Potenza e Sassari. Dal 2011 è docente di Arpa presso l’Istituto Musicale Pareggiato “L. Boccherini” di Lucca.