data

28/04/22

orario

16:30

luogo

Biblioteca Universitaria, Via Balbi, 40 16126 Genova GE
“Questioni metriche e ritmiche nelle influenze tra musica colta e musica etnica”

"Questioni metriche e ritmiche nelle influenze tra musica colta e musica etnica"

Conversazione tra il musicologo Renzo Cresti e il compositore Andrea Talmelli, autore del saggio pubblicato da Fiorenzo Bernasconi, che sarà presente alla iniziativa. Nel rapporto tra musica colta e musica  popolare gli spazi di interazione sono sempre stati notevoli  anche se la nostra musicologia ha inteso spesso privilegiare solo alcuni aspetti, in particolare quelli melodici, con tutte le implicazioni sulla vasta area modale o armonico-tonale, quelli sulla improvvisazione, sulla natura degli strumenti o dei testi letterari utilizzati nel canto. Più sacrificati gli aspetti del metro e del  ritmo, due facce interconnesse dello scorrimento della musica nel  tempo. Complice forse l’eccessiva rigidità del sistema notazionale nella complessa visione classico-romantica della musica colta. Non è dunque un caso che nel Novecento avvenga  soprattutto grazie all’interesse e alla ricerca di  importanti compositori dell’Europa dell’est un interesse di recupero della musica apparentemente più semplice di quei Paesi per rappresentare  novità preziose  anche  nel “processo di demolizione del metro classico” che accompagna l’evoluzione dei linguaggi.

programma

Andrea Talmelli / Renzo Cresti - Presentazione del libro

artisti

Andrea Talmelli - compositore ed autore del libro
Andrea Talmelli (1950), laureato in Giurisprudenza all’Università di Parma (1976), si è diplomato in Pianoforte (1972) con L. Rastelli e in Composizione (1977), con F. Margola e A. Corghi al Conservatorio “A.Boito” della stessa città dove ha insegnato per un decennio. Dal 1984 al 1990 è stato direttore dell'Istituto Pareggiato di Carpi, dal 1990 al 2011 ha diretto il Conservatorio di Reggio Emilia. E' stato esponente della Riforma dei Conservatori e della nascita dei Licei musicali, curando tra l’altro l'edizione italiana di Elementary training for musicians di Paul Hindemith per le Edizioni Suvini Zerboni. E’ stato negli Anni ’90 direttore della rivista Musica Domani, organo della Siem (Società Italiana Educazione Musicale) edita da Ricordi. Dal 2017 è Presidente della Società Italiana Musica Contemporanea (SIMC), fondata da Alfredo Casella nel 1923. E’ inoltre presidente della Fondazione Giorgio e Aurora Giovannini di Reggio Emilia. E’ autore di volumi e saggi di natura compositiva e didattica. I suoi lavori compositivi comprendono 180 titoli, pubblicazioni e CD anche monografici. Ha lungamente collaborato con la poetessa di Odessa Evelina Schatz a partire dallo spettacolo Samarkanda o delle cerimonie realizzato a Milano dal Pier Lombardo nel 1986. Le sue opere sono state eseguite in tutta Europa, Libano, Turchia, Russia, Azerbaijan, Malta, Giappone, Thainlandia, Cina, India, Argentina, Messico, Canada, USA. E’ stato invitato in festival e rassegne a Belgrado, Odessa, Braila, Amsterdam, Helsinki, Turku, Fort Worth, dall’Associazione Compositori di Leningrado e dal Conservatorio di Mosca.

Renzo Cresti - musicologo
Renzo Cresti è docente di Storia ed Estetica della Musica presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali "Luigi Boccherini" di Lucca, dove è stato Direttore dal 1 giugno 2006 al 31 ottobre 2009 e dove tiene anche un corso sulla Storia del Jazz. Musicologo e musicista, ha studiato chitarra e contrabbasso, si è laureato al DAMS dell'Università di Bologna e in quella stessa Università si è perfezionato in Musicologia. E' anche scrittore di testi letterari. Ha scritto o curato 40 libri, numerose monografie sui compositori contemporanei e saggi su Giacinto Scelsi, Luigi Nono, Sylvano Bussotti e su quasi tutti i compositori delle ultime generazioni, analizzati nell'antologia Verso il 2000 (Pisa 1990), in Autoanalisi dei Compositori Contemporanei (Napoli 1998) e nella citata Enciclopedia. Durante gli anni Novanta ha diretto la Collana "Linguaggi della musica contemporanea" dell'editore Miano a Milano. Ha curato anche un'altra Collana per Marco Del Bucchia editore, per la quale sono usciti 7 libri. Molti sono i suoi articoli e libri tradotti in inglese, francese, spagnolo, portoghese, tedesco e giapponese. Ha scritto due romanzi. tre libretti d'opera, scritti a carattere culturale e sociale, resoconti di viaggi e saggi su Cataloghi d'arte. Ha lavorato per molte importanti Istituzioni, Università (anche straniere) e con molti Conservatori, per la Biennale di Venezia, per il Maggio Musicale Fiorentino, per la Chigiana di Siena, per la RAI, Istituti di Cultura Italiani all'estero, per la Radio Svizzera Italiana etc. Intensissima la sua attività di operatore culturale. E' stata presentata in tutto il mondo la nuovo etichetta discografica da lui diretta.