data

15/02/24

orario

19:30

luogo

Biblioteca Universitaria
Via Balbi 40, 16126 Genova
Rodolfo Zanni: il Mozart argentino

Rodolfo Zanni: il Mozart argentino

Concerto anteprima

Concerto e proiezione di “Enigma in tempo rubato. Un Mozart Argentino”,
il mistero di Rodolfo Zanni (1901-1927), docufilm di Giuseppe Zanni
con la partecipazione di Fabio Armiliato
regia di Francesco Cordio

“Un nome perduto nelle ombre dell’oblio, un talento musicale dimenticato, ignorato anche dai musicologi più attenti nonostante avesse illuminato con la sua arte l’Argentina dei primi anni del Novecento. Rodolfo Angelo Deo Zanni, viene così restituito alla storia della musica attraverso indagini serrate, complicate, durate anni, attraverso diversi continenti (Buenos Aires, Parigi, Texas e Italia) e condotte sotto la mia guida da alcuni team di investigatori. Gli strumenti per la riscoperta sono stati un libro e da ultimo un film documentario. Il mondo musicale è ora in fermento e desideroso di ritrovare almeno una parte delle sue opere, cancellate da una feroce damnatio memorie svanite nel nulla, per le quali i contemporanei lo avevano così osannato” (Giuseppe Zanni).

Durante la serata, la proiezione del film dedicato al maestro, intitolato “Enigma in tempo rubato. Un Mozart Argentino”, del regista Francesco Cordio, che tanto successo sta riscuotendo a livello internazionale in queste ore, seguito dal concerto con gli stessi spartiti che Zanni diresse un secolo fa e alcune Canzoni del Tango composti da Carlos Gardel nel periodo in cui il compositore legitt-mò, attraverso articoli e importanti dichiarazioni, il genere musicale del TANGO allora relegato nei postriboli di Buenos Aires. I brani saranno cantati dal tenore Fabio Armiliato accompagnato al pianoforte dal Fabrizio Mocata, che eseguirà anche alcune sue composizioni pianistiche ispirate da temi tratti dalle opere dello stesso Rodolfo Zanni, talento di origini genovesi, da parte materna, e figlio di emigrati italiani. 

programma

R.Zanni
Soleil couchant
Rememora l
La danza dei pani
Motivo d’amore
Inno “Italia Nova
pianoforte solo

A.Villoldo
El Choclo
pianoforte solo

C.Gardel - A.Le Pera
Melodia de Arrabal
Mi Buenos Aires querido

T.Schipa
El Gaucho

F.Mocata
Medley Gardel
pianoforte solo

C.Gardel - A.Le Pera
Volver Lejana
Tierra mia
Por una cabeza

artisti

Fabio Armiliato - tenore
cantante lirico e attore, è da oltre tre decenni uno dei più importanti tenori della scena lirica internazionale e acclamato dal pubblico grazie alla sua vocalità, al suo carisma interpretativo, all'impressionante registro acuto e alla sua innata musicalità. Nato a Genova e diplomatosi al Conservatorio “Niccolò Paganini”, dopo aver partecipato nel 1980 al “Laboratorio Lirico di Alessandria”, cantando il ruolo del Dr. Cajus nel Falstaff di Giuseppe Verdi, nel 1984 debutta giovanissimo nel primo ruolo da protagonista, come Gabriele Adorno nel Simon Boccanegra di Verdi col Teatro Carlo Felice di Genova in trasferta a Savignone (GE). Da quel momento ha iniziato una grande carriera che lo porta ad interpretare i ruoli primari nei teatri più prestigiosi del mondo: il Mettropolitan Opera House di New York, il Teatro alla Scala di Milano, l'Opéra de Paris, l'Arena di Verona, il Teatro del Gran Liceu di Barcelona, l' NHK di Tokyo, l'Opera di San Francisco, il Teatro Real di Madrid, la ROH Covent Garden di Londra, la Bayerische Staastoper e la Wiener Staastoper, solo per citarne alcuni. Emozionanti le sue interpretazioni nel ruolo di Mario Cavaradossi in Tosca, per il quale è considerato interprete di assoluto riferimento. Tra i recenti successi, ricordiamo i Pagliacci al Festival “Ruggero Leoncavallo “ e al Festival della Reggia di Colorno (PR), il debutto nel ruolo di Luciano di Chablis nel Si di Pietro Mascagni al Teatro Goldoni di Livorno, l'Adriana Lecouvreur al Teatro Filarmonico di Verona e Carmen all' Arena di Verona riscuotendo sempre un grandissimo successo unanime di pubblico e di critica. Nel 2012 viene chiamato da Woody Allen a debuttare sul grande schermo, recitando da protagonista a fianco dello stesso regista nel film “To Rome with Love“ e imponendosi con questa esperienza anche nel mondo del cinema, grazie al riconoscimento unanime di pubblico e critica. Nel 2013 ha creato insieme al pianista Fabrizio Mocata il progetto “RecitaL CanTANGO“ che riscopre le radici belcantiste italiane del “Tango Cancion (Canzone del Tango)“, suscitando grande interesse nei media di tutto il mondo e il riconoscimento dell’Accademia Nacional del Tango di Buenos Aires. Premiato con moltissimi importanti Premi alla Carriera, nel 2018 è stato anche insignito dell'onorificenza di “Corrispondente Diplomatico di Malta” per meriti artistici e umanitari internazionali e della carica di “Ambasciatore di Genova nel Mondo”. Da anni Fabio Armiliato svolge anche attività di insegnante di tecnica e interpretazione vocale.

Fabrizio Moscata - pianoforte
è un pianista nato in Sicilia e cittadino del mondo. Si è diplomato presso il Conservatorio L. Cherubini di Firenze in pianoforte classico e jazz. Il suo incontro, nel 2000, con la musica di Astor Piazzolla ha segnato l’inizio della sua ricerca nel Tango, la musica che gli permette di esprimere tutte le sfumature della sua poetica. Dopo due decenni è oggi considerato uno dei più promettenti e innovativi talenti nel Tango a livello internazionale. Il suo originalissimo modo di interpretare il Tango lo ha portato ad essere riconosciuto sia come solista che come compositore e le sue trascinanti esibizioni sono diventate ricorrenti nei cartelloni dei grandi Festivals (Buenos Aires, Montevideo, Medellin, Granada etc.) e ha condiviso il palco con grandi artisti come Sandra Luna, Guillermo Fernandez, Marcelo Tommasi, Ana Karina Rossi, Julio Cobelli, Martin Alvarado, Olga Del Grossi, Fabian Bertero, Mono Hurtado, Aquiles Roggero, Raul Jaurena and others. Le sue composizioni sono diventate ispirazione per coreografie di artisti come Los Guardiola, Pablo Veron e Los Hermanos Macana. Fabrizio cura la direzione musicale di “Recital Cantango”, insieme al famoso tenore Fabio Armiliato, e “Tango argentina” con la compagnia GD Tango, riscuotendo successi in Europa, Nord America e Medio Oriente. La sua passione per il Tango in tutti i suoi aspetti lo porta a una brillante carriera come insegnante e ambasciatore della cultura che lo rappresenta, riuscendo a fare introdurre per la prima volta il Tango come parte dell’offerta formativa in un conservatorio Italiano (L. Cherubini di Firenze) a una lunga serie di masterclass e workshop di musicalità per ballerini e musicisti.Tra le sue recenti collaborazioni, la sua presenza come pianista e arrangiatore nell’album di Sandra Luna “Inmensidad”, contribuendo alla nomination ai “Premios Gardel”, considerati come uno dei premi più prestigiosi nel mondo del Tango. I recenti album di Fabrizio “Swango”, “Cruzando Aguas” e “Tango y vino” sono stati prodotti da Gruvita Media e pubblicati a Buenos Aires dalla importante etichetta Aqua Records. “Letter from Rome”, l’ultimo album del trio Mocata/Scaglia/Wertico, è stato pubblicato da AlfaMusic, Roma Fabrizio Mocata risiede a Firenze, quando non è da qualche parte nel mondo a fare buona musica!