data

18/09/22

orario

17:30

luogo

Sinagoga di Genova, via Giovanni Bertora 6 16122 Genova
Shabbat Shalom

Shabbat Shalom

Canti e parole di vita

Canti ebraici, dall’antichità ad oggi, dal Medioriente all’Occidente, attraverso la tradizione di Shabbat

Ascoltare la musica è come guardare le stelle; se il canto è autentico e brilla di luce propria esso narra la storia di un tempo lontano, originato migliaia e migliaia di anni fa, ancorandosi, nel percor- so attraverso la storia, alla parola, bitta di una memoria ancestrale. L’esilio, le persecuzioni e le sofferenze di un popolo suscitano la ricerca di una continuità storica, ma un popolo, come ci insegna Yosef Hajim Yerushalmi, “dimentica” quando la generazione che ora possiede il passato non lo trasmette alla successiva, poiché “un popolo non può mai dimenticare ciò che in primo luogo non ha mai ricevuto”. Ecco che la memoria, allora, può trasformarsi in un potente strumento di conoscenza, dove “ricordare” è anche “agire” – in ebraico la parola davar significa parola, logos, ma anche azione e cosa.“Shabbat Shalom” esplora attraverso la parola e la tradizione di canti yemeniti, sefarditi e klezmer – dall’antichità ad oggi, in duemilasettecento anni di storia e la lingua ebraica, giudaico-spagnola, giudaico-tedesca [yiddish] e altre ancora – l’urgenza di confrontarci con il tema della memoria e della sua autenticità, poiché quest’ultima si può abitare riconoscendo i collegamenti, le relazioni e i nodi che legano il singolo accadimento al suo significato generale e più profondo, dove si nutre la radice più vera, spesso invisibile alla nostra percezione del Sé e della collettività. E lo fa attraverso i canti e le parole di vita dello Shabbat, la più importante tra le festività ebraiche – frontiera con il tempo e con il mistero della Creazione.

programma

O. Gaza - Bregovitch %sovratitolo% %per%
Kol aneshama

Anonimo %sovratitolo% %per%
Kirya Yefeifiah [Poema di Shalom ben Yosef Shabbazi]

E. Ben Yitzchok Gerowitsch %sovratitolo% %per%
Adon Olam [piyyut (canto religioso) anonimo]

Cabbalisti di Tzfat %sovratitolo% %per%
Shalom Aleichem

Anonimo %sovratitolo% %per%
Tour Michele Achalnu / La Rosa Enflorece [piyyut (canto religioso) anonimo]

M. Gebirtig %sovratitolo% %per%
Shabes Shabes

D. Gutman %sovratitolo% %per%
Simchà

Anonimo %sovratitolo% %per%
Ki eshmerà [pyyut (canto religioso) di Rabi Avraham ben Meir Ibn Ezra]

S. Carlebach %sovratitolo% %per%
Yedid Nefesh [piyyut (canto religioso) anonimo]

Anonimo %sovratitolo% %per%
Fire Dance

A. Lebedeff %sovratitolo% %per%
Rumenia Rumenia

Anonimo %sovratitolo% %per%
Buena Semana

artisti

Delilah Gutman - canto e parola

Refael Negri - violino